LISTA CIVICA DI PROVOCAZIONE
(San Gennaro votaci tu)


Il cast Tecnico
Regia: Pasquale Falcone.
Sceneggiatura: Pasquale Falcone.
Direttore: della fotografia: Fernando Ciangola.
Scenografia: Maurizio Marchitelli
Costumi: Simona Sementina
Montaggio: Mauro Bonanni
Musica: Federico Landini
Produzione: Giallolimonemovie Santiago cinematografica con la cllaborazione di Rai Cinema.
Distribuzione: Moviemax
Origine: Italia
Durata: 1h e 32°.
Gli Interpreti
Pasquale Falcone (Orazio)
Maurizio Casagrande
(Oreste)
Antonio Stornaiolo
(Oronzo)
Rosaria De Cicco
(Guendalina)
Caterina De Regibus
(Giorgia)
Valeria Monetti
(Isabella)
Serra Yilmaz
(Rosetta)
Antonio Casagrande
(Il Prof. Parrilli)
Angelo Di Gennaro
(Peppino Muoia)
La Trama:
Tre amici: Orazio, felicemente separato dalla moglie Giorgia, Oreste, infelicemente separato dalla moglie Guendalina, e Oronzo, fidanzato da dieci anni con la bella Isabella, sono piccoli impreditori con il grande sogno di aprire un ristorante a Cuba. Partecipano alla gara di appalto per la ristrutturtazione del palazzetto dello sport della loro città.
Esclusi a vario titolo, nonostante i vari ed ingenui tentativi di "corruzione", decidono per una sorta di vendetta, di formare una lista civica per le imminenti elezioni comunali e di presentare Orazio come candidato sindaco.
Incredibilmente vincono le elezioni ma...
Il Regista

nato a Cava de'Tirreni (Salerno) 40 anni fa e dintorni e diplomato in sceneggiatura al centro sperimentale, Pasquale Falcone dopo varie esperienze come autore di programmi telivisivi, spettacoli di cabaret e teatrali, esordisce al cinema nel 2001 come sceneggiato con "Amore con la 'S'Maiuscola" scritto con Anna Pavignano ed Enzo De Caro, film cmapione di incassi in Campania.

Note sul film

il nuovo film di Pasquale Falcone, al suo debutto alla regia, nasce come un progetto povero ed essenziale.
Alcuni attori di rilievo (oltre a Falcone che firma anche il soggetto e la sceneggiatura) e molti interpreti non professionisti, il circolo dei parenti e amici del regista che si adoperano per la riuscita di una pellicola, che di fatto, è una delle più interessanti satire degli ultimi anni, che squarcia il velo su uno dei grandi temi che appassionano gli italiani: la politica. Una commedia divertente, minimalista e perbbene, con un giusto ed efficace equlibrio tra ironia e malinconia

pagina precedente